Trattamento acque

Fosse settiche tipo Imhoff,Fondi Fosse,Anelli Fosse,Monoblocchi sedimentatori,Velette per Fosse tipo Imhoff,Coperchi per pozzi e fosse,Cisterne componibili,Pozzetto condensagrassi,Vasca di raccolta acque,Cisterne monolitiche rettangolari,Impianto degrassatore.,Impianto disoleatore Classe 1°,Impianto di accumulo acque di prima pioggia,Impianto disoleatore Classe 1° con by-pass,Vasca di rimescolamento

FOSSE SETTICHE TIPO IMHOFF

Cod. F (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=46]

FONDI FOSSE

Cod. FF (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=47]

ANELLI FOSSE

Cod. AF (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=59]

MONOBLOCCHI SEDIMENTATORI

Cod. MF (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=60]

VELETTE PER FOSSE TIPO IMHOFF

Cod. V1-V2 (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=61]

COPERCHI PER POZZI E FOSSE

Cod. CP (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=62]

CISTERNE COMPONIBILI

Cod. CIS (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=63]

POZZETTI CONDENSAGRASSI

Cod. PZC (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=64]

A richiesta con armatura, rivestimento con resine o grès

VASCA RACCOLTA ACQUE

Cod. VRA (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=65]

CISTERNE MONOLITICHE RETTANGOLARI

Cod. CRM (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=66]

Voce di Capitolato.

Cisterna prefabbricata monolitica a base quadrata o rettangolare (a seconda delle dimensioni) costruita in un unico getto con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza alla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF1 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), ed armata con gabbia rigida in acciaio B450C preconfezionata presso Centro di Trasformazione in possesso di attestato di denuncia attività presso Servizio Tecnico Centrale (STC) del Ministero delle Infrastrutture e verificata per carichi stradali ed azioni sismiche secondo il DM 14/1/2008, di altezza esterna di mm 2500. La cisterna può essere a base quadrata con capacità di 12,5 mc oppure a base rettangolare con capacità di: 25 – 38 – 52 mc. La cisterna potrà essere dotata di setti separatori interni (a richiesta). Per la protezione chimica del calcestruzzo, la cisterna può essere dotata di trattamento interno anticorrosivo ed antifessurazione (a richiesta). La copertura del manufatto, quotata a parte, è realizzata con solette prefabbricate in cav pedonali o carrabili, con ispezioni a passo d´uomo e predisposizione per l´alloggiamento dei chiusini in ghisa. Gli elementi sono prodotti e controllati da azienda in possesso di Sistema di Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008.

IMPIANTO DESGRASSATORE

Cod. IDEGC (Trattamento acque)

Norma UNI EN 1825 – 2 Marzo 2003)

[supsystic-tables id=67]

Prezzo comprensivo di chiusini in ghisa ed impiantistica interna.
Costruito, dimensionato e conforme alla norma UNI EN 1825 del Marzo 2003.
Esso fornisce la massima garanzia di tenuta idraulica e l’impiego è relativo alle acque di scarico di ristoranti, alberghi,
stazioni di servizio autostradali e non, stabilimenti di fornitura di pasti, impianti di macelleria, ecc.

Voce di Capitolato (Impianto degrassatore circolare).

Impianto prefabbricato di separazione dei grassi realizzato con cisterne monolitiche a base circolare prefabbricate costruite in unico getto con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza alla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C e verificate per carichi stradali ed azioni sismiche secondo il DM 14/1/2008, completo di solette di copertura prefabbricate in cav pedonali o carrabili, predisposte per ispezioni a passo d´uomo e chiusini in ghisa di idonea classe. L´impianto è dimensionato e costruito secondo la norma UNI EN 1825 parte I e II. I comparti ed i relativi tubi e deflettori di entrata e di uscita dell´acqua sono dimensionati in conformità con i valori minimi stabiliti dalla tabella 1 e dal punto 5.5 della norma UNI EN 1825-1. L´impianto è costruito da azienda in possesso di certificazione di Sistema Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato ICMQ.



Voce di Capitolato (Impianto degrassatore rettangolare).

Impianto separazione dei grassi realizzato con cisterne a base rettangolare prefabbricate con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza alla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armato con acciaio tipo B450C e verificato ai carichi stradali ed azioni sismiche secondo quanto imposto dal DM 14/1/2008, completo di solette di copertura prefabbricate in cav pedonali o carrabili, predisposte per ispezioni a passo d´uomo e chiusini in ghisa di idonea classe. L´impianto è dimensionato e costruito secondo la norma UNI EN 1825 parte I e II . I comparti ed i relativi tubi e deflettori di entrata e di uscita dell´acqua sono dimensionati in conformità con i valori minimi stabiliti dalla tabella 1 e dal punto 5.5 della norma UNI EN 1825-1. L´impianto è costruito da azienda in possesso di certificazione di Sistema Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato ICMQ.

IMPIANTO DISOLEATORE CLASSE 1°

Cod. IDIS (Trattamento acque)

(D.Lgs. N° 152/2006 e successive modifiche – Norma UNI EN 858 Gennaio 2004)

[supsystic-tables id=68]

Prezzo comprensivo di chiusini in ghisa ed impiantistica interna.
Costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs. N° 152/2006 e successive modifiche. Prodotto, controllato e certificato
a norma UNI EN 858 del gennaio 2004. Le prescrizioni normative raccomandano l’impiego di un impianto di disoleazione
per il trattamento delle acque di scarico in tutte le attività che producono reflui oleosi o dispongono di piazzali inquinati
da residui oleosi, quindi: officine meccaniche, distributori di carburanti, autolavaggi, depositi, parcheggi, ecc.

Voce di Capitolato.

Impianto di separazione degli idrocarburi di origine minerale a coalescenza, di Classe 1, per liquidi leggeri minerali (<= 0,95 g/cm3), con contenuto massimo ammissibile di olio residuo di 5,0 mg/lt, realizzato con cisterne monolitiche a base circolare costruite in unico getto con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5 classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza alla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C e verificate per carichi stradali ed azioni sismiche secondo il DM 14/01/2008, completo di solette di copertura prefabbricate in cav pedonali o carrabili, predisposte per ispezioni a passo d´uomo e chiusini in ghisa di idonea classe. Le cisterne sono equipaggiate con filtro a coalescenza rigenerabile, estraibile e lavabile, otturatore di sicurezza a galleggiante ed eventuale teleallarme (a richiesta). Completo di fori di ingresso ed uscita, raccordi e deflettori in PE-HD. L´ impianto è dimensionato e costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs n° 152 del 03/04/2006 art. 113 parte III, prodotto, controllato e certificato a norma UNI EN 858 e dotato di marcatura CE. L´impianto è idoneo al trattamento delle acque meteoriche contenenti idrocarburi di origine minerale.
Per NS= Qs x fx x fd si intende:
NS= dimensioni nominali del separatore (l/sec);
Qs= portata massima istantanea della acque reflue in lt/sec;
fd= fattore di massa volumica per il liquido leggero in oggetto;
fx= fattore di impedimento relativo all´influenza dei detergenti e delle sostanze di risciacquo.
L´impianto è costruito da Azienda in possesso di certificazione di Sistema di Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato ICMQ.

IMPIANTO DI ACCUMULO ACQUE DI PRIMA PIOGGIA

Cod. IAAPP (Trattamento acque)

D.Lgs. N° 152/2006 e successive modifiche – (Disoleatore non compreso nel prezzo)

[supsystic-tables id=69]

Prezzo comprensivo di chiusini in ghisa ed impiantistica interna.
Costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs. N° 152/2006 e successive modifiche.

Voce di Capitolato (Impianto di accumulo Prima pioggia circolare).

Impianto di accumulo acque di Prima Pioggia prefabbricato, realizzato con cisterne monolitiche a base circolare costruite in un unico getto con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza lla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C e verificate per carichi stradali ed azioni sismiche secondo il DM 14/01/2008. Completo di: accumulo e dissabbiatura delle acque di prima pioggia, pozzetto di bypass prefabbricato in cav, innesti di collegamento in pvc, solette di copertura prefabbricate in cav con ispezioni a passo d´uomo e chiusini di ghisa di idonea classe. Le cisterne sono equipaggiate all´interno con il sensore di pioggia, valvola antiriflusso (a richiesta), elettropompa sommergibile trifase di sollevamento acque stoccate, regolatore di livello a galleggiante, quadro elettrico di comando a programmazione logica controllata (PLC). L´impianto è dimensionato secondo il Piano di Tutela delle Acque Regionali pubblicato sul BURL n° 4 del 10/12/2007 suppl. n° 3, e secondo la legge della Regione Lombardia n° 26 del 12/12/2003 art. 52 comma 1° (BURL n° 13 del 28 marzo 2006, 1° suppl. ord.), e del Piano di tutela delle acque della Regione Lazio (BURL n° 34 del 10/12/2007), e nel rispetto del D.Lgs. N° 152 del 03/04/2006. L´impianto di accumulo può essere fornito, a richiesta e quotato a parte, con impianto di separazione idrocarburi di origine minerale statico a coalescenza, di classe 1, per liquidi leggeri minerali (<= 0,95 g/cm3), con contenuto massimo ammissibile di olio residuo di 5,0 mg/lt, realizzato anch´esso con cisterne monolitiche a base circolare o quadrata o rettangolare (a seconda del dimensionamento) prefabbricate con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza lla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C. L´impianto di separazione degli idrocarburi è dimensionato e costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs n°152 del 3/4/2006 art. 113 parte III. L´impianto è costruito da Azienda in possesso di certificazione di Sistema di Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato ICMQ.


Voce di Capitolato (Impianto di accumulo Prima pioggia rettangolare).

Impianto di accumulo acque di Prima Pioggia prefabbricato, realizzato con cisterne monolitiche a base quadrato o rettangolare, costruite in un unico getto con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza lla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C e verificate per carichi stradali ed azioni sismiche secondo il DM 14/01/2008. Completo di: accumulo e dissabbiatura delle acque di prima pioggia, pozzetto di bypass prefabbricato in cav, innesti di collegamento in pvc, solette di copertura prefabbricate in cav con ispezioni a passo d´uomo e chiusini di ghisa di idonea classe. Le cisterne sono equipaggiate all´interno con il sensore di pioggia, valvola antiriflusso (a richiesta), elettropompa sommergibile trifase di sollevamento acque stoccate, regolatore di livello a galleggiante, quadro elettrico di comando a programmazione logica controllata (PLC). L´impianto è dimensionato secondo il Piano di Tutela delle Acque Regionali pubblicato sul BURL n° 4 del 10/12/2007 suppl. n° 3, e secondo la legge della Regione Lombardia n° 26 del 12/12/2003 art. 52 comma 1° (BURL n° 13 del 28 marzo 2006, 1° suppl. ord.), e del Piano di tutela delle acque della Regione Lazio (BURL n° 34 del 10/12/2007), e nel rispetto del D.Lgs. N° 152 del 03/04/2006. L´impianto di accumulo può essere fornito, a richiesta e quotato a parte, con impianto di separazione idrocarburi di origine minerale statico a coalescenza, di classe 1, per liquidi leggeri minerali (<= 0,95 g/cm3), con contenuto massimo ammissibile di olio residuo di 5,0 mg/lt, realizzato anch´esso con cisterne monolitiche a base circolare o quadrata o rettangolare (a seconda del dimensionamento) prefabbricate con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5R, con classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza lla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C. L´impianto di separazione degli idrocarburi è dimensionato e costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs n°152 del 3/4/2006 art. 113 parte III. L´impianto è costruito da Azienda in possesso di certificazione di Sistema di Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato ICMQ.

IMPIANTO DISOLEATORE CLASSE 1° CON BY PASS

Cod. IAAPP (Trattamento acque)

D.Lgs. N° 152/2006 e successive modifiche – (Disoleatore non compreso nel prezzo)

[supsystic-tables id=70]

Prezzo comprensivo di chiusini in ghisa ed impiantistica interna.
Costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs. N° 152/2006 e successive modifiche. Le prescrizioni normative raccomandano l’impiego
di un impianto di disoleazione per il trattamento delle acque di scarico in tutte le attività che producono reflui oleosi o dispongono di
piazzali inquinati da residui oleosi, quindi: officine meccaniche, distributori di carburanti, autolavaggi, depositi, parcheggi, ecc.

Voce di Capitolato.

Impianto di separazione degli idrocarburi di origine minerale a coalescenza, di Classe 1, per liquidi leggeri minerali (<= 0,95 g/cm3), con contenuto massimo ammissibile di olio residuo di 5,0 mg/lt, realizzato con cisterne monolitiche a base circolare costruite in unico getto con calcestruzzo confezionato con cemento tipo II/A-LL 42,5 classe di resistenza C35/45 e classe di esposizione XC4 (resistenza alla corrosione da carbonatazione), XS3 (resistenza alla corrosione di cloruri di acqua marina), XD3 (resistenza lla corrosione da altri cloruri diversi dall´acqua marina), XF4 (resistenza all´attacco gelo/disgelo), XA3 (resistenza alla corrosione in ambienti chimici aggressivi), armate con gabbia rigida in acciaio B450C e verificate per carichi stradali ed azioni sismiche secondo il DM 14/01/2008, completo di solette di copertura prefabbricate in cav pedonali o carrabili, predisposte per ispezioni a passo d´uomo e chiusini in ghis adi idonea classe. Le cisterne sono equipaggiate con filtro a coalescenza rigenerabile, estraibile e lavabile, otturatore di sicurezza a galleggiante ed eventuale teleallarme (a richiesta). Completo di fori di ingresso ed uscita, raccordi e deflettori in PE-HD. L´ impianto è dimensionato e costruito secondo quanto indicato nel D.Lgs n° 152 del 03/04/2006 art. 113 parte III, prodotto, controllato e certificato a norma UNI EN 858 e dotato di marcatura CE. L´impianto è idoneo al trattamento delle acque meteoriche contenenti idrocarburi di origine minerale. Per NS= Qs x fx x fd si intende:
NS= dimensioni nominali del separatore (l/sec);
Qs= portata massima istantanea della acque reflue in lt/sec;
fd= fattore di massa volumica per il liquido leggero in oggetto;
fx= fattore di impedimento relativo all´influenza dei detergenti e delle sostanze di risciacquo.
L´impianto è costruito da Azienda in possesso di certificazione di Sistema di Qualità Aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato ICMQ.

VASCA DI RIMESCOLAMENTO

Cod. VR-PVR  (Trattamento acque)

[supsystic-tables id=71]